Codice deontologico dell’Assistente sociale

Benvenuti nel sito di Maria Cristina Pantone, Assistente Sociale. Il libro “Codice deontologico dell’assistente sociale” è rivolto a tutte quelle persone incuriosite da una figura professionale che viene ricompresa tra le professioni di aiuto. Destinato agli studenti universitari del corso di laurea di servizio sociale e agli assistenti sociali neoprofessionisti, il testo è accessibile a quanti si reputano cultori della materia di servizio sociale e a tutte quei professionisti e persone comuni che desiderano conoscere da vicino la dimensione etica del servizio sociale. Il libro, sia in formato ebook sia cartaceo, è prenotabile su Amazon.it .


Luca Cozzi intervista Maria Cristina Pantone

A #parliamodilibri con Luca Cozzi e la dssa Maria Cristina Pantone: Codice deontologico dell'assistente sociale

A #parliamodilibri con Luca Cozzi e la d.ssa Maria Cristina Pantone, Codice deontologico dell'assistente socialeL’autrice propone una lettura diacronica sul significato del codice deontologico che autoregolamenta, dal punto di vista etico, una professione di aiuto molto delicata come quella dell’assistente sociale.Viene riproposta la versione del codice deontologico del 2009 la cui impalcatura era fondata sul termine responsabilità chiave di lettura dell’intero testo e, tra le principali novità della versione del 2020, si pone in rilievo l’estromissione definitiva dei termini cliente e utente, entrati in uso secondo la logica dell’economia di mercato, sostituiti con il termine persona.Approfondimenti tematici accompagnano la riflessione rispetto all'esercizio della professione.Il libro è pensato per gli studenti universitari che esplorano e studiano la dimensione del servizio sociale e per i neo professionisti che, svolgendo la propria attività nel pubblico e nel privato, incontrano i primi dilemmi etici e si pongono questioni importanti.Destinatari sono anche i cultori della materia di servizio sociale e quanti desiderano accogliere stimoli di riflessione e ampliare gli orizzonti della propria conoscenza scientifica.

Pubblicato da Luca Cozzi su Martedì 7 luglio 2020